Friuli-Venezia-Giulia

A Sauris Per Il Mercatino Di Natale

di Mario Stramazzo
Nov. 4, 2015

A Sauris per il mercatino di Natale ,Suggestioni esclusive nella magia del Friuli

Due giorni di bontà

Dal  6 all’ 8 dicembre a Sauris torna , dalle 10 all'imbrunire, il tradizionale Mercatino di Natale, che trasforma l’intera frazione di Sauris di Sopra  in un incantevole “paese del Natale”: per tre giorni, sulle tradizionali bancarelle disposte fra rustici stavoli e antiche case in pietra e legno si potranno ammirare e acquistare i più tipici oggetti in legno, ferro battuto, paglia, ceramica, lana cotta e feltro dell’artigianato carnico (fra cui i comodi  scarpèts, le tradizionali pantofole in velluto con la suola ricavata dal copertone di biciclette), addobbi natalizi, sculture e giocattoli in legno, lavori a maglia, tante idee regalo e prodotti della gastronomia locale, come il prosciutto crudo leggermente affumicato per il quale Sauris è conosciuta dai gourmet, la birra di Sauris, le ricotte affumicate, i formaggi di malga, i mieli di montagna, i dolci natalizi. Cose semplici, realmente artigianali, che – lontano dall’omologazione e dalla standardizzazione- riportano indietro nel tempo, e fanno gustare il piacere del dono inconsueto ed unico. Musiche, piccoli spettacoli di artisti di strada, danze tradizionali, distribuzione di vin brulè e biscotti natalizi fanno da contorno alle bancarelle e contribuiscono a rendere festosa l’atmosfera. Il resto dell’incanto lo crea Sauris, con i suoi splendidi panorami, le architetture uniche, i capolavori d’arte custoditi nelle sue chiese, la sua eccellente cucina, l’ospitalità di assoluto livello in piccoli hotel o nell’albergo diffuso.

Pacchetto soggiorno con due pernottamenti con prima colazione, una cena in un locale tipico, visita con degustazione in un’azienda agroalimentare quali ad esempio il prosciuttificio, il birrificio, il laboratorio di erbe aromatiche, a partire da 113,00 €.

Per informazioni: Carnia Welcome   Tel. 0433.466220 - info@carnia.it - www.carnia.it  

 

Due giorni di bontà