Loading...

L'irish salmon raccomandato da Livio

di VinoeCibo
Dic. 9, 2017

Direttamente dalla città di Drogheda

Regalataci da un vecchio amico di Vinoecibo, noto alle cronache gastronomiche per la sua passione nel cercare e coltivare rare varietà di ortaggi come l'asparago rosè e il rosè e verde  della saccisica ( con tanto di marchi registrati ), la confezione di salmone irlandese servitaci per una stuzzicante degustazione in redazione ha davvero colpito nel segno. Morbido e sapidamente pregno di quel sapore fumoso che solo nei paesi bagnati dall'Atlantico del nord, riescono a trasmettere alle carni del salmone con la loro antica tecnica di affumicatura.

Sistema che con la salatura è da sempre una della astuzie gastronomiche più diffuse per la conservazione degli alimenti a tutte le latitudini. Come a Drogheda, in Irlanda, da dove, il nostro amico e lettore Livio Meneghin, oltre che grande palato per gli ortaggi che dimostra essere anche buon conoscitore del Salmo salar, fa arrivare i pregiati tranci; lavorati e venduti al 55 St. Lawrence Street di questa cittadina sulla costa orientale irlandese, ad un'ora di auto da Dublino.

 

17883616_1455726544497640_4866870054487688202_n.jpg

 

Un centro portuale, Drogheda, da dove, appunto, il nostro Meneghin, fa arrivare il salmone in Italia per la soddisfazione del suo e dei palati degli amici, dopo aver conosciuto questa pescheria-laboratorio artigianale e luogo di affinamento per le carni del salmone irlandese affumicato, durante uno dei suoi numerosi viaggi. Molti dei quali compiuti per lavoro, prima di ritirarsi a vita privata, nelle vesti di attento coltivatore e scopritore di ricercate ghiottoserie gastronomiche. Che, come nel caso dell'asparago rosa, non manca di segnalarci o farci avere il campione in redazione chiedendo il nostro parere. Ebbene caro Livio per essere una salmone, salato e affumicato in Irlanda, contro il credere comune che il norvegese sia migliore, specie se selvaggio, ti sia di buona consolazione sapere che l'esserti privato di un così ghiotto campione, non può che riconfermare la nostra considerazione sul tuo attento palato.

 

drogheda-river-boyne.jpg

 

Il salmone si presenta non eccessivamente disidratato da un eccesso di salagione che viene solitamente effettuata prima della sua affumicatura e quindi potenzialmente legnoso al morso; dolciastro nel suo retrogusto ben bilanciato fra il fumo dei legni e del sale marino del nord Atlantico; godibile anche senza una Guinness che sarebbe stata la sua degna compagna ma che è stata sostituita da un po' di bollicine di una bottiglia di Durello. Un Lessini metodo classico di Gianni Tessari appena stappato per “analizzarne”, anche di questo campione, tutta la sua rimarchevole piacevolezza.

 

24293988_1740767069326918_6309071447565231189_n.jpg

 

Infine, visto che siamo in clima natalizio, periodo durante il quale di salmone affumicato noi italiani ne facciamo gran uso, ci permettiamo di dare anche un paio di consigli a quanti ci leggono e non certo all'esperto Livio che ben conosce questo prodotto. Dall’apertura della confezione è possibile conservarlo per uno o due giorni, possibilmente avvolto nella carta stagnola. È inoltre preferibile, prima di una cena con amici o per prepararsi delle tartine, aprirlo con qualche ora di anticipo e consentire un minimo di areazione al pesce, in modo da rendere meno intenso il sentore dell’affumicamento che si concentra maggiormaggiormente all’interno della confezione sottovuoto. A proposito se dovesse interessarvi il salmone irlandese di Patrick lo si può ordinare anche mandando direttamente una mail all'indirizzo che trovate sulla pagina fecebook ,  (  kirwansfishmerchants@hotmail.com  )  dove potrete osservare che anche i prezzi valgono la comanda.

Qui invece il link  della pagina facebook di Livio Meneghin per quando sarà pra di asparagi

kirvan's fish.jpg