Quattro finalisti per il Premio Maculan

di Mario Stramazzo
Marzo 19, 2019

Cresce l'attesa per la II^ edizione del concorso che premia il miglior piatto salato al vino dolce indetto dai Maculan di Breganze. In gara quattro ricette selezionate da Nicola Portinari, Luigi Costa e Fausto Maculan che saranno valutate da una giuria di esperti per la finalissima del 26 marzo 

nicola-portinari.jpeg

 

E' per il 26 marzo l'appuntamento con i 4 finalisti in corsa per aggiudicarsi il “Premio Maculan 2019 “ giunto alla sua seconda edizione. Sono Simone Gottardello chef del Ristorante Evo a Bardolino con il piatto “Composizione di gambero rosso, maialino e agrumi” abbinato al Passito i Capitelli 2015 Cantina Anselmi; Andrea Nardin chef del ristorante Antico Veturo a Trebasleghe con il piatto “Anguilla al BBQ, caprino, carota allo zenzero e uovo di quaglia al fieno bruciato” abbinato al Riesling Auslese 2011 di Helmut Gangl; Federico Pettenuzzo chef patron del ristoranteLa Favellina a Malo che proporrà “ Scena di caccia riso ai frutti rossi e capriolo marinato alle spezie” accompagnato a Torcolato 2013 Maculan; infine Gianmarco Di Girolami chef di Blob Caffè & Ristorante di Offida che presenterà la sua ricetta intitolata “Il Piceno incontra Maculan, lombo di agnello dei Sibillini, bietola carciofi di Montelupone con spuma di topinambur all'anice verde di Castignano e gocce di alici di San Benedetto del Tronto” da degustare con il Torcolato 2012 Maculan.

 

premio maculan 2019.jpeg

 

Queste le ricette sui piatti che saranno servite a Breganze nella sala degustazione della cantina Maculan selezionate sulle cinquantadue pervenute da tutta Italia, vagliate da un comitato tecnico composto da Nicola Portinari, Luigi Costa e Fausto Maculan, per accedere alla fase finale del concorso che prevede la realizzazione di un piatto salato abbinato ad un vino dolce.

 

 

Alle 20.00 di lunedì 26 marzo dunque si accenderanno i fornelli e i quattro finalisti avranno 30 minuti ciascuno per preparare la loro ricetta di fronte ad una giuria di esperti dell’enogastronomia, presieduta dallo stesso Nicola Portinari, chef del ristorante due stelle Michelin La Peca di Lonigo.
Ogni ricetta sarà esaminata attraverso cinque parametri: creatività della proposta, esecuzione, presentazione del piatto, armonia gustativa, abbinamento al vino.

 

2_piccione_piatto-vincitore-768x1024.jpg

 

Al termine della serata verrà decretato il vincitore della seconda edizione del Premio Maculan 2019 che riceverà un'opera realizzata dall’artista friulano Giulio Menossi, celebre per i suoi mosaici. Ma cosa forse ancor più importante, seppur scaramantica, la benedizione di una vittoria che l'anno scorso è valsa da meritato viatico per la stella Michelin a Mauro Buffo che dei 12 Apostoli.  Va ricordato che per quanti volessero cimentarsi nella felice sperimentazione di abbinare il salato del cibo al dolce del vino, sfatando il mito che vorrebbe dolci e passiti serviti solo a fine pasto, tutte le ricette pervenute sono pubblicate in un ricettario dedicato all'iniziativa sul sito www.premiomaculan.net

Mauro Buffo -- Fausto Macula due figlie Maria Vittoria , Angela.jpg

 

Nelle foto :Fausto Maculan, titolare dell'omonima azienda le figlie Angela e Maria Vittoria. Nicola Portinari, chef de La Peca; il premio/scultura 2019 di Giuliano Minossi; il piatto vincitore del 2018 ; Mauro Buffo chef dei 12 Apostoli con Fausto Maculan e le due figlie Angela e Maria Vittoria