Passato, Presente E Futuro Della Cantina Dal Maso

di Luana Deiana
Feb. 27, 2015

L'interessante degustazione di vini e sapori dell'area di Gambellara, Passato, presente e futuro della cantina Dal Maso

30 ettari di impegno e passione

Caratterizzata da una tradizione familiare che affonda la propria esperienza vitivinicola già alla fine del XIX secolo con l'attività del bisnonno Serafino, l'azienda Dal Maso, inaugurata negli anni '60 dal padre Luigino, è arrivata oggi alla sua quinta generazione -la sesta sta muovendo i suoi primi passi- e può vantare abilità e conoscenze che si suddividono tra le zone di Montebello Vicentino e dei Colli Berici nelle quali si estendono i suoi vigneti.

E' con curiosità quindi che abbiamo preso parte alla degustazione tenutasi venerdì 27 febbraio che è stata guidata dai tre fratelli Dal Maso e da coloro che con essi hanno collaborato per darci uno spaccato di ciò che il territorio ha da offrire: Andrea Cantarella, presidente del Consorzio Tutela Vini DOC Colli Berici, Daniela Zarpellon, guida turistica di 'Giravicenza' e Francesco Bertola, chef del ristorante 'La Marescialla'.

30 ettari di impegno e passione

Nel ricordo di Palladio...

Nicola, Silvia ed Anna, supportati da Patrizia che si occupa della comunicazione aziendale, ci hanno quindi illustrato con perizia la loro realtà lavorativa, che li ha portati a conquistare con i propri vini una notevole fetta di mercato raggiungendo una produzione annua di circa 500.000 bottiglie, facendoci visitare dal vivo gli ambienti di cui si compone l'azienda della quale, assecondando l'intenzione di fonderla armoniosamente con la circostante zona collinare, circa una decina d'anni addietro hanno rinnovato la struttura prendendo ispirazione architettonica dalla locale e ben nota 'Rotonda palladiana'.  

Nel ricordo di Palladio...

Sapere, sapori e luoghi

Passando per l'area operativa Anna, che si occupa dell'attività commerciale, ci ha così esaurientemente parlato delle varie fasi di produzione, portandoci quindi a vedere la 'Barricaia' nella cantina sotterranea, mostrandoci poi il 'Fruttaio', al piano mansardato, dove riposano anche le botti contenenti il futuro Recioto, nonché la 'Vinsantaia' con le botticelle nelle quali 'invecchia' lo speciale Vinsanto, facente parte degli orgogli aziendali.

Tornati così nella sala degustazioni, è il fratello Nicola, dedito alla produzione e al mercato estero -mentre la sorella Silvia si occupa dell'area amministrativa-, il quale ha aperto il nostro percorso degustativo, raccontandoci e facendoci assaporare alcuni dei vini prodotti: spiegandocene peculiarità e caratteristiche a seconda della tipologia, soffermandosi su quelli per lui di maggior soddisfazione che emergono tra le 19 etichette attualmente proposte dalla cantina.

Sapere, sapori e luoghi

La filosofia aziendale dei Dal Maso

Infine poiché, secondo la filosofia aziendale, questi incontri degustativi oltre che dimostrare la propria apertura verso l'esterno, vogliono trasferire totalmente l'amore che i tre fratelli hanno nei confronti del proprio vino quanto della loro terra, e quindi dell'area stessa in cui vivono, riconoscendola dal forte potenziale culturale oltreché gastronomico ed enologico, l'incontro che aveva già dato modo ad Andrea Cantarella di parlarci della variegata realtà del Consorzio del quale è responsabile, ha trovato occasione per lasciare spazio anche all'intervento di Daniela Zarpellon. 

Daniela infatti, quale guida turistica autorizzata, propone interessanti visite guidate alla scoperta del territorio vicentino e regionale, oltre che nazionale, spingendosi così anche in giri didattici a musei e alle Ville Venete, come pure trekking tour o in bicicletta organizzati per famiglie e bambini, finanche raggiungendo i percorsi della Grande Guerra sull'Altopiano di Asiago, nonché dilettando i gruppi con visite enogastronomiche.

La serata si è conclusa con i manicaretti preparatici dallo chef Francesco Bertola, attuale titolare del 'Ristorante La Marescialla', appartenente alla “Confraternita del Bacalà alla vicentina” e suggerito pure dalla Guida Michelin. Francesco ci ha fatto assaggiare pietanze dove sapientemente erano stati rivisitati i prodotti tipici della zona. Abbiamo così avuto modo di sperimentare con gusto un buffet che proponeva gli interessanti sapori locali, come ad esempio la trota dell'Alta Valle, due tipi di formaggio Allevo di Altissimo di Burina, passando quindi per un saporito risotto e degli gnocchi ai formaggi. Poi, benchè sarebbe vietato dal periodo quaresimale soprattutto ai più rispettosi dei dettami religiosi, per l'occasione ci si è concessi di provare un pezzettino dell'autoctono capretto bianco di Gambellara, coronando la degustazione con un insolito dessert costituito da un tortino alla 'verza in composta' che, accompagnato ad un goccetto di Vinsanto Dal Maso, ha deliziato l'intero compiaciuto gruppo dei presenti.



Nelle foto alcuni momenti dell'incontro in cui compaiono Nicola Dal Maso, Anna Dal Maso, i tre fratelli Dal Maso, Andrea Cantarella, Daniela Zarpellon, Francesco Bertola. 



Azienda vinicola Dal Maso
Contrada Selva, 62 

36054 Montebello Vicentino - Vicenza 

Tel 0444/649104

Pagina Facebook 'Azienda vinicola Dal Maso'

La filosofia aziendale dei Dal Maso