Lorenzo Roncaccioli e i suoi sapori

di Luana Deiana
Maggio 24, 2019

Cinque anni di FuoriModena, emilianità, studio e amore per ciò che è fatto bene 

 

È alle tavole del “FuoriModena”, delizioso locale della famiglia Roncaccioli, al civico 8 di Contrà San Gaetano da Thiene della città di Vicenza, che il giovane, proprio oggi ventiseienne, Lorenzo Roncaccioli si propone quale abile 'interprete' della tradizione emiliana. 

 

Artefice di piatti sempre più intriganti, o, come lui preferisce definirsi, cuoco. Fatto è che, da quando ha completato il proprio percorso da sommelier professionista, abbina con sapere ai giusti vini. Come ha dimostrato qualche tempo fa, accogliendoci in occasione dell’incontro seguito, come ormai d'abitudine, ad una ricca presentazione tenutasi alla Biblioteca Internazionale "La Vigna”. 

 

Un, ormai annuale, ritrovarsi per raccontare nuove storie e nuovi produttori della terra emiliano-romagnola 'scoperti' e presentatici da papà Claudio, originario appunto della emiliana città di Polinago. Produttori che, con maestria ed esperienza, collaborano con i Roncaccioli a rappresentare con gusto quest'area, impegnandosi a garantire l'incontrastata tipicità del ristorante, e delle pietanze del cuoco Lorenzo. 

 

In questa occasione, è toccato a prosciutto crudo di montagna, coppa e culatello, presidio Slow Food, firmati "Antica Ardenga”, azienda di Diolo di Soragna, nella bassa parmense, del norcino Massimo Pezzani, membro del “Consorzio del Culatello di Zibello”; nonché ai lambruschi Sorbara e Grasparossa dell’azienda “Cleto Chiarli”, con i suoi 159 anni di produzione, illustratici dall'area manager Pier Angelo Martinelli.

 

È così stato il momento di Lorenzo che, grazie a passione, talento e studio continuo, dal 21 marzo 2014, con l'apertura del 'FuoriModena', sembra aver trovato in ambito culinario la quotidiana conferma della propria scelta: decidendo d'affiancare agli studi di economia e commercio, come papà Claudio, la guida del “FuoriModena”. Una avventura la cui apertura, cinque anni fa, sembra aver dato una diversa sfumatura ai suoi interessi liceali per Scienze della terra e Biologia. Trasformandoli in attenzione e instancabile ricerca per diversi connubi a tradizionali accostamenti. Tanto da trovare il modo per apporre, ad ogni singola pietanza proposta, la sua firma. Così da aver abbracciato con dedizione, e risultati lusinghieri quest'arte, raggiungendo le pagine delle principali guide enogastronomiche. 

 

Fin dagli inizi ricalcando orme ed insegnamenti di maestri quali Massimo Bottura, ma anche Luca Perez, conosciuto quest'ultimo ai master presso Esac, la locale Accademia del Gusto, raggiungendo col giusto estro saporosi risultati. Questi maestri lo hanno formato a dovere, in questi anni, così da proporci una cena che, prima della guancetta stracotta con crema di patate, ha preso le mosse da un tuorlo d’uovo fritto con tartufo e spuma di parmigiano. 

 

Il tutto, naturalmente, anticipato dai primi di rito, appresi addirittura dalle sfogline di un ristorante durante una permanenza forzata, a causa di una bufera di neve, ma ben sfruttata, sembrerebbe, visto ne ha approfittato apprendendo l'arte di far tortellini, secondo il suo stesso racconto: "... fatti a mano con pasta all'uovo stesa a mano preparandola, abbattendola a 40 gradi e stoccandola, per poi riporla e usarla alla bisogna". Tortellini classici col tocco di buccia di limone, quale marchio di quella innovazione che, sempre più spesso, sembra voler strizzare d'occhio appunto alla più nota tradizione. Detto Lorenzo non scorda i piatti conosciuti attraverso la nonna come: i tortellacci ripieni di ricotta, oltre alle tagliatelle col ragù, passatelli e maltagliati.

 

Insomma, sapori e profumi che affascinano e conquistano l'occhio, grazie alle sue presentazioni ineccepibili, ma, ciò che è importante, il palato, il quale non può che sentirsi coccolato per una parentesi quotidiana dal sapore assicurato.

Auguri Lorenzo, complimenti al team Roncaccioli e buon lavoro!!!!!

Ringraziamo Niccolò Rainone per le foto

FuoriModena - Cucina km 200

Contrà San Gaetano da Thiene, 8
Vicenza

info@fuorimodena.it

T 0444 330994