Continuano le Serate Recchesi

di Vinoecibo
Marzo 31, 2019

In ricordo di Gianni Carbone, patriarca di una grande famiglia, già sindaco di Recco e storico ristoratore ligure, fu testimone della rinascita di Recco dopo essere stata rasa al suolo dai bombardamenti del secondo conflitto mondiale

recco , primavera , vinoecibo,.JPG

 

Chiamate familiarmente "le serate", hanno una storia lunga oltre quarant'anni, da quando nel 1976 i ristoratori recchesi riunitisi in gruppo, ad oggi sempre quelli, e precursori di un successo ripreso poi da tutta Italia, vararono per la prima volta le Serate gastronomiche. Una formula che ora ci sembra scontata, allora fu un fenomeno: un menù con i piatti più tradizionali del proprio territorio ad un prezzo pre-definito comprensivo delle bevande. Fu un successo immediato, ristoranti pieni e super richieste che li portò per anni a dover riproporre più repliche della stessa serata per far fronte alle continue prenotazioni. Erano altri tempi, è vero, ma il consenso fu tale e il ricordo così vivo, che i ristoratori recchesi si sono sentiti quasi in dovere di riprenderle, in ricordo di Gianni Carbone.

Patriarca di una grande famiglia, già Sindaco di Recco e storico ristoratore, fu testimone della rinascita di Recco dopo essere stata rasa al suolo dai bombardamenti durante il secondo conflitto mondiale. Con un gruppo di amici, osti e fornai "rechelini DOC" di allora i cui eredi sono divenuti col tempo famosi panificatori e ristoratori, con intraprendenza e abilità, grazie anche a quel prodotto straordinario che è la Focaccia di Recco col formaggio, oggi I.G.P. riuscirono ad attirare nei loro locali il bel mondo internazionale diffondendo la fama della gastronomia cittadina. I consensi e i successi furono tali che Recco salì alla ribalta delle cronache con il titolo di Capitale gastronomica della Liguria, che ancor 'oggi ne contraddistingue l'identità.

 

recco antica.JPG

 

Così, dopo la prima parte del cartellone di queste Serate Recchesi, che ha visto in passerella le diverse specialità dell'Abruzzo, della Puglia e della Sicilia, dal 14 marzo al 29 marzo con le "Le Cucine di Strada", la rassegna gastronomica ligure, continua dal 4 al 18 aprile con gli appuntamenti in calendario dal tema “ I Presìdi Slow Food e i Mercati della Terra”

 

 

Gianni Carbone.jpg

 

I Presidi Slow Food (16 in Liguria) sostengono le piccole produzioni tradizionali che rischiano di scomparire,valorizzano territori, recuperano antichi mestieri e tecniche di lavorazione, salvano dall'estinzione razze autoctone e varietà di ortaggi e frutta. Oggi, oltre 550 Presìdi Slow Food nel mondo che coinvolgono più di 13.000 produttori. La commercializzazione dei prodotti dei Presìdi è svolta direttamente dai produttori ed anche per le Serate recchesi, il contatto diretto con i ristoratori ha fatto nascere conoscenze ed amicizie portando questi prodotti di nicchia protagonisti dei menù. A fianco dei Presidi anche i Mercati della terra, rete internazionale di mercati, produttori e contadini coerenti con la filosofia Slow Food. Luoghi dove fare la spesa, incontrarsi e scoprire prodotti locali e di stagione presentati solo da chi produce quello che vende. Per la Liguria due i Mercati della Terra, quello Sarzana (SP) e di Cairo Montenotte (SV). In collaborazione con Slow Food Liguria e Condotta di Genova - Giovanni Rebora.

 

recco genova.jpg

 

Di seguito calendario serate gastronomiche recchesi aprile 2019 :

I Presidi Slow Food e i Mercati della terra

Giovedì 4 aprile Da O Vittorio e Venerdì 5 aprile Da Lino

Giovedì 11 Manuelina e Venerdì 12 Alfredo

Mercoledì 17 aprile Vitturin e Giovedì 18 aprile La Baracchetta

Va ricordato che i partecipanti alle "Serate" riceveranno il bellissimo calice timbrato "Serate gastronomiche recchesi" con impresso il bozzetto che fu l'emblema della prima edizione 1976, per poter brindare anche a casa nel nome delle Serate gastronomiche recchesi.

 

53725135_253914985511761_3024287567777366016_n.jpg