A Tutta Birra

di Annamaria Farina
Ago. 2, 2015

A tutta birra ,Nel negozio di Gigi e Michela ,A Sant'Omobono Terme, in Via Alle Fonti , Formaggi da Gigi

A Sant'Omobono Terme, in Via Alle Fonti

A TUTTA BIRRA E via con un’altra serata all’insegna dell’allegria!!! Ieri sabato 01 agosto come orami si ripete da tre anni Gigi e Michela hanno letteralmente smontato e stravolto il loro negozio per mettere a disposizione di clienti ed amici lo spazio necessario per la serata A TUTTA BIRRA. Lo scorso anno, sabato 2 agosto 2014, era la volta della serata “pork ose'l” : prosecco Valdobiadene con i vini di Cinzia Canzian, Vigne Alice. L’anno precedente, sabato 3 agosto 2013 serata Alsazia con 6 vini diversi, in collaborazione con Sopexa Milano. Ieri sera le presenze sono state bene 127, un aumento di adesioni rispetto all’anno precedente che ne contava 97 e del 2013 in cui erano 60.

A Sant'Omobono Terme, in Via Alle Fonti

Concentrazione di allegri gusti

Nasce spontanea una considerazione: ma il tema del 2016 quale sarà, e ancora di più se i partecipanti continueranno ad aumentare dove li metterà!?!??!? Siamo a Sant’Omobono Terme, in Via Alle Fonti, dove dal 2000 Gigi e la moglie Michela hanno aperto la loro attività “Gigi salumi, formaggi e vini” portando avanti con una nuova formula la tradizione di formaggiai intrapresa dal nonno Vittorio che l’ha portata avanti fino al 1950, e successivamente dal papà Pietro fino al 1985: dopodichè arriva LUI! Fin da bambino Gigi si divertiva a farle girare... le forme di Padano e Reggiano, ed aiutava nella stagionatura dei taleggi. Dopo tanti anni poco è cambiato: le fa girare ancora, ma in questo caso non sono più le forme ma i taglieri che lui stesso prepara con i formaggi tipici del suo paese che lavora affinandoli con vini, erbe ed aceti balsamici e che porta in giro svolazzando col suo sorriso tra un tavolo e l’altro della sala da degustazione che dal 2009 ha ricavato riorganizzando gli spazi della sua attività e che accoglie al massimo 20 posti a sedere. Immaginate la concentrazione di calici e sorrisi di ieri sera: altro che clima festaiolo!!!!

Concentrazione di allegri gusti

Formaggi sublimi e birre divine

E quindi ecco consumata A TUTTA BIRRA, consumata nel vero senso della parola: sia la serata che le scorte! In degustazione la birra artigianale “Matthias Muller il mastro birraio” presentata sui tavoli in queste varianti: La Prima, etichetta verde (a me piacciono i colori!!!!) e per il mio palato prima per davvero: birra dallo stile inglese, ambrata e leggera, poco alcolica, con note aromatiche amaricanti e floreali dei luppoli bavaresi. La Bianca, etichetta azzurra: una birra dal gusto delicato, a bassissima amarezza, fresca e leggera dove il farro è inconfondibile ed una bella schiuma bianca. La Medea, etichetta arancione: birra doppio malto, leggera dove si bilanciano la forza del malto e la freschezza del frumento, sentori di arancia e finale di vaniglia. Queste le tre birre della serata che hanno accompagnato i taglieri di formaggi e affettati preparati per l’occasione: Gigetti e Micheline sistemati suo solito a mo di centrini e merletti, quasi un peccato mangiarli: troviamo formaggi di latte vaccino a pasta cruda delle valli bergamasche affinati con mix di erbe aromatiche e fiori, vino rosso

Formaggi sublimi e birre divine

Cucurbitacea a fette per finire

Valcalepio, aceto balsamico, grappa ed altro ancora, e taglieri di coppa nostrana, porchetta, testina, salame al barolo, carpaccio affumicato, carpaccio di chianina, pancetta affumicata cotta, crudo 22 mesi di Parma e uno splendido salame nostrano per il quale mi lecco ancora le dita! Quasi a fine serata, per i più esigenti (anche se mi verrebbe in mente un’altra definizione, ma visto che faccio parte del gruppo la evito!) scivola sul tavolo una fuori programma: La Bassana, etichetta bianca, una birra fresca e delicata, con una bella schiuma bianca e compatta e che ti lascia un retrogusto d’asparago bianco. A qualcuno piace, a qualcuno un po’ meno, meglio così: ci ridividiamo le bottiglie sul tavolo ognuno con la propria preferenza! Siamo in agosto ... una fetta d’anguria per concludere la serata, per lavare mani, la bocca e qualcuno anche la faccia, da mangiare rigorosamente azzannando la fetta!!!!

Cucurbitacea a fette per finire