Pollo Latte e Miele

di VinoeCibo
Set. 13, 2018

Da un idea del 2007 nasce l'Associazione per la promozione del Pollo Latte e Miele Padova. Ma anche faraone, oche e gli tutti gli animali della "corte patavina" 

13437109.jpg

 

 

L'idea di “fabbricare” un pollo che rappresentasse secoli di storia gastronomica padovana, tenuta in gran considerazione finanche da Galileo Galilei ma anche dai Mattia Giegher , autore de"Li tre trattati" e, prima ancora, dal medico patavino Michele Savonarola, nel suo “Libreto di tute le cosse che se manzano”. L'idea, si diceva, risale al 2007 quando con la spinta della Camera di Commercio di Padova, tre aziende locali, Scudellaro Littamè e De Marchi, cominciarono a raccogliere i frutti delle loro sperimentazioni. Polli, oche , faraone e altri animali della “corte padovana” allevati con metodiche a lento accrescimento, all'aperto, in modo naturale e facendo seguire ai pennuti e agli altri quadrupedi di piccola taglia, una dieta almentare integrata da un benefico apporto di latte e miele.

 

 

bertozzo.jpg

 

Anni di sperimentazioni sostenute anche da studi scientifici, come i contributi del professore Martino Cassandro dell'università di Padova, e dell'incoraggiamento di illustri personaggi della cucina e della cultura gastronomica come Erminio Alajmo, allora consigliere della Camera di Commercio, oltre che stellato ristoratore e padre di altrettanto stellato chef, e di Pier Angelo Barontini, noto consulente del gusto, anch'egli emerito stellato Michelin. 

 

pate di faraona.jpg

 

Uniti, passo dopo passo, alla ricerca di un prodotto di qualità sempre più elevata che fosse in grado di soddisfare non solo l'esigenza di una indiscutibile salubrità ma anche di tutte quelle peculiarità organolettiche ideali per i palati dei gourmet più incontentabili. Che oggi, a distanza di dieci anni non solo possono trovare il pollo latte miele, le faraone o le oche allevate dai singoli produttori ma ptranno avere come punto di riferimento una vera e propria associazione di più allevatori che si è data il nome di “Associazione per la Promozione del Pollo Latte e Miele Padova”.

 

pollo fritto alle tre farine.jpg

 

Un'associazione aperta, tra chi alleva animali di corte padovana, a quanti vogliano collaborare al progetto insito nell'obiettivo dell'associazione: allevare bipedi e quadrupedi di piccola taglia nel pieno rispetto del benessere degli animali, della loro crescita naturale e non in batteria. Rispettando, ovviamente, anche un rigido disciplinare produttivo a tutela dell'esclusività del prodotto stesso e, soprattutto, garante di alta qualità per il consumatore.

 

 

oca olenta e olio extra.jpg

 

A siglare il documento costitutivo, nel corso di una partecipata conferenza stampa nelle sale del ristorante N'Altraroba dell'hotel il Rustego di Rubano, gestito da una affabilissima Sonia Bertozzo e dal suo socio Luca Piva, sono stati i titolari delle tre aziende che diedero il via al progetto e al successivo percorso che ha portato alla registrazione del brevetto del Pollo Latte e Miele; di proprietà e tutelato dalla Camera di Commercio di Padova .

Rappresentata, per l'occasione dal suo nuovo presidente Antonio Santocono e dal dottor Andrea Galeotta che non hanno mancato di condividere la soddisfazione per questa nuova tappa e salutare l'associazione. Presente, quest'ultima, con i produttori Mirco Scudellaro, Michele Littame e Angelo DeMarchi, supportati dalla significativa presenza dei presidenti e direttori delle associazioni agricole della provincia quali la Coldiretti, la Cia e la Confagricoltura.

 

n'altraroba - rubano.jpg

 

Al termine della conferenza stampa, un gustoso disnare a base di faraona, pollo e oca, rigorosamente al latte e miele. Piatti preparati dalla brigata di cucina del ristorante N'Altraroba, con la supervisione di Barontini che non ha perso certo lo smalto di provetto chef pur se oggi si dedica all'attività di consulente per le piccole produzioni di gran caratura e la ristorazione di qualità. Nei calici, una selezione di vini del Consorzio Vini Colli Euganei.