Il Geografico verso nuovi orizzonti

di Vinoecibo
Marzo 13, 2019

Con l'acquisizione della storica cooperativa da parte del gruppo Piccini, evitato il fallimento e avvio di un nuovo corso

immagine giornalisti giacomo piccini, geografico,chianti.jpg

 

Ormai è ufficiale : Tenute Piccini, il gruppo toscano di proprietà della famiglia Piccini che comprende al suo interno sette tenute in alcune delle più prestigiose regioni vitivinicole italiane, ha acquisito la storica cooperativa del Geografico, fondata nel 1961, la prima nell’area del Chianti. L'annuncio, con la presenza di Mario Piccini, proprietario di Tenute Piccini e Riccardo Cottarella (nella foto ain mezzo al giornalista Fabio Piccoli e Riccardo Cottarella)  , consulente enologico considerato fra i maggiori esperti di vitienologia in Italia, è stato dato presso il Relais Santa Croce a Firenze durante una conferenza organizzata dallo stesso gruppo Piccini.

 

geografico.jpg

 

L’acquisizione ha salvato dal fallimento la cooperativa nata 58 anni fa a Gaiole in Chianti per opera di 17 lungimiranti vignaioli che hanno voluto affermare la vera origine del Chianti e che contava nel 2018 60 viticoltori aderenti. Caduta l’azienda in una procedura fallimentare, Tenute Piccini è intervenuta prima affittandola e infine acquistandola con un’operazione che ammonta a 7,2 milioni di euro, cifra che non include i fondi messi a disposizione per il progetto di rilancio che passerà attraverso un piano triennale di rinnovo della barriccaia e delle vasche in cemento, oltre all’acquisto di serbatoi atti alla microvinificazione, strumenti necessari per supportare un incremento qualitativo.

 

chianti geografico, piccini , toscana.jpg

 

La regia di questo piano di rilancio è affidata all’enologo Riccardo Cotarella, tra i massimi consulenti enologici al mondo che sarà affiancato dal giovane talento Alessandro Barabesi, proveniente dal gruppo Frescobaldi, che sarà alla guida del team tecnico. Il focus del progetto stilato da Cotarella sono le denominazioni storiche del senese quali, Chianti Classico, Vernaccia di San Gimignano e Chianti Colli Senesi assieme agli immancabili Super Tuscan. Ad oggi i viticoltori del Geografico sono 60. A loro ha pensato Tenute Piccini nel realizzare questo progetto, che rappresenta il salvataggio e il rafforzamento di una comunità che porta con sé valori sociale ed economici. Una convenzione con Banca Ifis, stipulata da Tenute Piccini nel giugno 2018, ha posto le basi per la garanzia del pagamento immediato agli agricoltori nel momento della consegna dell’uva e fissa scienze certe di versamenti in modo da dare loro fiducia e un più facile accesso al credito per appianare gli effetti della precedente crisi.

Ad oggi i viticoltori del Geografico sono 60. A loro ha pensato Tenute Piccini nel realizzare questo progetto, che rappresenta il salvataggio e il rafforzamento di una comunità che porta con sé valori sociale ed economici. Una convenzione con Banca Ifis, stipulata da Tenute Piccini nel giugno 2018, ha posto le basi per la garanzia del pagamento immediato agli agricoltori nel momento della consegna dell’uva e fissa scienze certe di versamenti in modo da dare loro fiducia e un più facile accesso al credito per appianare gli effetti della precedente crisi.

 

14572395_1806909562857407_2692475910822828470_n.jpg

 

I NUMERI  

Geografico nel 2018

16 dipendenti

Fatturato: 4,7 milioni

Numero di viticoltori aderenti: 60

Quintali di uva vinificata: 15.500

Tenute Piccini nel 2018

67 dipendenti

Fatturato: 64 milioni di euro

Produzione: 16 milioni di bottiglie