Jazz & Wine 2012: A Cormons Si Brinda Alla Grande Musica (2/2)

di Marco Bevilacqua
Ott. 19, 2012

Jazz & Wine 2012: a Cormons si brinda alla grande musica (2/2)

Jazz & Wine 2012: a Cormons si brinda alla grande musica (2/2)

Riprendiamo la presentazione del Festival Jazz & Wine 2012 di Cormons con tutte, o quasi, le proposte enogastronomiche legate all'evento.
 
Quella del Collio Goriziano è una delle Doc in assoluto più pregiate del nostro Paese. Da queste parti il vino è una religione: ecco perché il Consorzio di tutela dei vini del Collio è nato nel 1964, uno dei primi in Italia, e già nel 1968 ha ottenuto il riconoscimento della Denominazione d'origine controllata. Nel 2010 la fusione con il Consorzio Tutela Vini Carso ha portato alla nascita del Consorzio Tutela Vini Collio e Carso, che oggi costituisce un vero e proprio presidio di qualità nella produzione enologica del Friuli Venezia Giulia.
I terreni sono ricchi di creta e arenaria, componenti che favoriscono la produzione di grandissimi vini bianchi, come lo stesso Collio (che in etichetta riporta dunque la dicitura "Collio Collio Doc"), il Friulano, la Ribolla Gialla, la Malvasia, il Picolit. Fra i rossi, invece, troviamo autentici capolavori come il Collio Rosso, il Pinot nero e il Cabernet in tutte le sue declinazioni.
Quest'anno il festival di Cormons, che già dal nome mette allegria, si avvale della collaborazione con il Movimento Turismo del Vino regionale (www.mtvfriulivg.it), rafforzando ancora di più il proprio legame con le più autentiche ricchezze del territorio.
L'autentica novità dell'edizione 2012 di Jazz & Wine of Peace è l'abbinamento concerti-aziende vitivinicole in una scontistica dedicata: dal 25 al 28 ottobre chi presenta il biglietto di un concerto del Festival nelle quattro cantine convenzionate (che ospiteranno ciascuna un concerto, ingresso euro 10 compresa degustazione) avrà uno sconto del 10% sull'acquisto delle bottiglie Jazz & Wine. I nomi sono quelli che, in etichetta, non lasciano indifferenti: Azienda Agricola Borgo San Daniele, Tenuta di Angoris, Tenuta Villanova e, dulcis in fundo, Cantina Renato Keber.








Il quartetto dei luoghi proposti dall'abbinata J&W-MTV comincia dall'azienda Borgo San Daniele (via San Daniele 38, Cormons, tel. 0481 60552, www.borgosandaniele.it). Venerdì 26 alle 11.00 ospiterà il duo tedesco Lillinger-Delius (percussioni, sassofono e clarinetto). In degustazione (compresa come detto nel biglietto di 10 euro) ci sarà Prosciutto in crosta in abbinamento a due etichette della casa, il Friulano e lo Jasik Rosso. Durante il festival la cantina sarà aperta dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18.
Sabato 27 ottobre alle 17.00 porte aperte alla Tenuta di Angoris (Loc. Angoris 7, Cormons, tel. 0481 60923, www.angoris.com) per il concerto del pirotecnico chitarrista ucraino Enver Izmaylov. Chi vuole, due ore prima, alle 15, può visitare la cantina. In degustazione gli spumanti di Angoris abbinati ai formaggi di fossa di Giuseppe Zoff.
Domenica 28 doppio appuntamento in cantina. Alle 11.00 alla Tenuta Villanova di Farra d'Isonzo, sede storica della più antica distilleria della regione (Loc. Villanova, via Contessa Beretta 29, tel. 0481 889304, www.tenutavillanova.com), sarà protagonista il trio di Karlheinz Miklin (fiati, basso e batteria). La degustazione è dedicata al Malvasia Saccoline in abbinata ai salumi del territorio della Macelleria Pittana di Gorizia.
Nel pomeriggio, alle 15,30, prima del concerto finale di Joe Jackson, la Cantina di Renato Keber (loc. Zegla 15, Cormòns, tel. 0481 639844, www.renatokeber.com), aperta durante tutti i giorni del festival con orario continuato dalle 9 alle 20, concerto del duo nipponico Satoko Fujii (piano)-Natsuki Tamura (tromba). In degustazione Friulano 2009 Riserva e Rosso 2006 Riserva, in abbinamento ai salumi del territorio della Macelleria Vinicio Cargnel.
 







L'"altro festival", quello delle degustazioni e dei calici di vino abbinati ai concerti jazz, trova eventi significativi anche al di fuori del circuito del Movimento Turismo del Vino. Tappa fondamentale del gusto, fra un concerto e l'altro, sarà come sempre l'Enoteca di Cormons, piazza XXIV Maggio 21, www.enoteca-cormons.it.
Nella vicina Gradisca d'Isonzo, l'Enoteca Regionale "La Serenissima" (via C.Battisti 26, www.enotecalaserenissima.it) offrirà un goloso concerto venerdì 26 alle 17: protagonista il quartetto guidato dal trombonista Ray Anderson e dal polistrumentista Marty Ehrlich, che insieme sono una vera wunderkammer musicale sospesa tra blues, bebop, klezmer e funky. Interessante la degustazione (15 euro compreso il concerto), che vede salire in cattedra i ricchi spumanti metodo classico Puiatti (www.puiatti.com) in abbinamento con alcune delizie giuliane imperdibili: frico e polenta, prosciutto cotto con cren.
Ma l'"ubriacatura" di jazz del festival non è ancora finita. Anche in questa edizione del Festival ci saranno i concerti-aperitivo delle 19.00, ad ingresso libero: all'Enoteca l'Elefante di Cividale del Friuli il 20 ottobre e al Jazz&Wine le Bar di Cormòns il 21 con il Trio Jazz & Wine of Peace e il 25 con l'JSA Trio.
Da venerdì 26 invece tornano anche gli appuntamenti di Round Midnight delle 23.30 a Cormòns, che danno spazio a giovani talenti come i Threepenny Streetcats Quartet e il Crazy Trio (al Bar Ristorantino "In Taberna"), il trio Onorato-Serafini-Colussi e l'Apolide Jazz Quartet (al Circolo Vecchia Quercia) e il duo Giampaolo Mrach-Giulio Scaramella (al Jazz&Wine le Bar).
 
 
 

 
INFO SU FESTIVAL E DINTORNI:
www.controtempo.org
www.vivaticket.it
www.mtvfriulivg.it
www.vinoesapori.it/blog