Jazz & Wine 2012: A Cormons Si Brinda Alla Grande Musica (1/2)

di Marco Bevilacqua
Ott. 18, 2012

Jazz & Wine 2012: a Cormons si brinda alla grande musica (1/2)

Jazz & Wine 2012: a Cormons si brinda alla grande musica (1/2)

Musica e vino: quale connubio migliore? Puntuale come l'autunno che colora di ocra i rilievi del Collio, dal 25 al 28 ottobre il festival "Jazz & Wine of Peace" torna a Cormòns (Gorizia) con un cartellone più prestigioso che mai. È la quindicesima edizione, ma nessuno se ne accorgerà perché tutti avranno come sempre l'impressione di essersi visti da non più di poche settimane, e non dodici mesi fa: sarà bello ritrovare la piacevole atmosfera del festival, fatta di amici che si riuniscono non solo per ascoltare, ma per condividere emozioni ed esperienze sonore che i festival più paludati tendono col tempo a perdere.
Senza mai rinunciare a proposte rivolte alla sperimentazione e all'impronta fortemente multiculturale e multietnica, con frequenti sconfinamenti nell'etno-jazz e nella world music, che costituisce l'autentico fil rouge di quindici anni di Jazz & Wine of Peace, anche quest'anno gli organizzatori del Circolo Controtempo (www.controtempo.org) si allontanano da scontate rotte commerciali e riescono ad attirare in terra goriziana fior di nomi del panorama internazionale. A cominciare dall'ultimo, il redivivo Joe Jackson, che domenica 28 alle 18.00 - ciliegina sulla torta del festival 2012 - suonerà al Teatro Comunale di Cormons con Regina Carter e la Bigger Band presentando in anteprima italiana il suo nuovo lavoro dedicato a Duke Ellington.
Molte altre sono le stelle attese al Comunale di Cormons e al Kulturni Dom di Nova Gorica (appena oltre confine): da Bill Evans a Ray Anderson, da Manu Katché (già batterista di Peter Gabriel e Sting) al New Quintet di Gaetano Liguori (storica formazione dei compianti Massimo Urbani e Danilo Terenzi), fino ad arrivare al Trio di Henri Texier, che ha sostituito all'ultimo momento l'infortunato pianista Chano Dominguez. Qualche biglietto ancora si trova, programma completo e bigliettisu www.controtempo.org, biglietti anche su www.vivaticket.it (dai 20 ai 30 euro per i concerti nei teatri).








Fin qui il lato squisitamente musicale. Ma il connubio fra musica jazz e buon bere, come ben sanno gli appassionati che ogni anno calano non solo dall'Italia, ma anche da Austria, Germania, Slovenia, Croazia e perfino dalla Finlandia, mai come in questa edizione sarà felice.
Nella prossima puntata, domani, vi spiegheremo come e perché. Non prima però di avervi detto che attorno a Cormons gravita una rete di bed & breakfast e piccoli hotel ormai capillare, sia nei centri storici sia in collina; ristoranti, cantine e wine bar, come vedrete, saranno coinvolti in una serie di eventi collaterali, perciò il consiglio è di fermarsi almeno per un paio di giorni.







Info utili sui siti del Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia (www.mtvfriulivg.it) e della Strada del Vino e dei Sapori del Goriziano (www.vinoesapori.it/blog).
 
Appuntamento a domani per un completo excursus fra le proposte enogastronomiche legate al Festival!