Dalla Puglia L'Auspicio Che Il Vino Diventi Catalizzatore Per Il Turismo

di Il Merlo Parlante
Ott. 23, 2012

Dalla Puglia l'auspicio che il vino diventi catalizzatore per il turismo

Dalla Puglia l'auspicio che il vino diventi catalizzatore per il turismo

Non è che si disapprovi quanto leggerete più avanti in virgolettato, tanto è vero che volentieri pubblichiamo le righe pervenuteci in redazione, ma da vecchio merlo canuto e anche un po' stanco mi vien da scrivere: quand'è che voi umani finirete di discutere fin troppo pacificamente e imparerete invece a battere il becco, pardon, i pugni sui tavoli di chi dovrebbe lavorare per il popolo italiano per dare soluzioni ai problemi e apporto concreto, ivi compreso al popolo dei vignaioli che non fanno solo il bene delle proprie tasche? 







E' giusto quel che ha detto la presidente del Movimento Turismo Vino, Daniela Mastroberardino a "Puglia Wine & Land", durante il workshop internazionale organizzato da MTV Puglia in corso in questi giorni alla Masseria Torre Coccaro di Savelletri di Fasano  e che riportiamo, ma davvero si pensa che senza la volontà politica non si esce dal solito sentito e risentito e si continua ancora a faticare e perdere tempo prezioso ?







Mi taccio e, alla Presidente, la parola e l'augurio di potere contare anche su scelte pubbliche che farebbero la differenza e aggiungerebbero il giusto valore agli sforzi dei singoli o delle associazioni come il MTV .
"E' necessario attuare un'alleanza delle eccellenze del made in Italy per accrescere il valore del vino italiano nell'immaginario dei turisti stranieri che vengono a visitarci. Arte,  moda, design, cucina: sono tutti simboli dell'Italia nel mondo che ancora fatichiamo a mettere in sinergia per promuovere i nostri territori sia sul piano nazionale, che locale. Ogni distretto del Belpaese possiede caratteristiche peculiari e irripetibili, che dovrebbero essere valorizzate all'interno di un sistema territoriale dove i singoli elementi si rafforzano l'un l'altro e in cui il vino può svolgere un ruolo da protagonista. Il successo di manifestazioni come Calici di Stelle ci ha dimostrato come questo marketing mix possa concretamente funzionare. Auspico perciò che le cantine possano presto avviare partnership e collaborazioni con ristoranti, musei e teatri, attraverso eventi in cui il vino possa sposarsi non solo con il cibo, ma anche con la cultura, la musica, l'arte e i concerti".