Loading...

Nasce Incountry

di Antonella Fiorito
Maggio 8, 2014

I° Meeting Internazionale del Turismo Rurale, dell'Agriturismo e dell'Agroalimentare nel Lazio,Nasce InCountry, Roma

Il turismo rurale si presenta

Alla conferenza stampa di presentazione della Manifestazione, svoltasi a Roma lunedì scorso, hanno partecipato Marina Bresciani, ideatrice e curatrice del progetto InCountry. Paolo Audino, amministratore delegato di TTG Italia e Lucio Battistotti, Direttore della rappresentanza della Commissione Europea a Roma, Aldo Sperati, Presidente della Cooperativa Sanaterra e Antonio Percario dello Skal International Roma. Bianca Trusiani di Wedding and Travel Association presenta l'Agrimatrimonio.
InCountry ha come obiettivo principale quello di indirizzare i flussi turistici del Lazio verso il turismo rurale inteso come momento di cultura e di vita dei luoghi. Propone quindi un modo nuovo di fare turismo: nasce da un'idea di integrazione e collaborazione tra gli operatori del settore turistico, commerciale rurale e agroalimentare, che sinergicamente danno alla luce un evento.

Il turismo rurale si presenta

Più di 60 buyers da 25 Paesi

Sessanta buyers provenienti da 25 paesi, tra cui Emirati, Russia e Giappone, 90 espositori partecipanti, (con una imponente presenza di quelle ciociare) 15 enti Patrocinanti, Famiglie: questi i numeri del Meeting di Incountry che si svolgerà a Fiuggi dal 15 al 18 maggio prossimi dove la provincia di Frosinone ed il Lazio illustreranno la propria offerta turistica ai compratori internazionali. Si parte da Fiuggi per valorizzare un territorio più ampio, ossia il Lazio nella sua interezza. Durante l’evento si terranno degustazioni, escursioni, visite al territorio circostante e incontri con aziende agricole.
“Enogastronomia, turismo, benessere, cultura del buon vivere. Sono gli ingredienti di un pacchetto – ha detto Paolo Audino, amministratore delegato di TTG Italia – che piace molto ai buyer e ai turisti stranieri. I compratori esteri che parteciperanno al workshop ciociaro scopriranno un territorio capace di rispondere a questa esigenza. Prevedo – ha aggiunto Audino, a capo di una società con un database di oltre 18.000 buyer – che già a maggio verranno firmati, a Fiuggi, i primi contratti e che già in quei giorni si porranno le basi per costruire nuove dinamiche turistiche
Già in occasione di questa prima edizione, inoltre, sono previsti educational tour che porteranno i buyer a visitare anche altri comuni come Sora, Alvito, Arpino e Pontecorvo in modo da poter apprezzare le eccellenze che offrono questi luoghi.

Più di 60 buyers da 25 Paesi

Fra i protagonisti anche gli albergatori di Fiuggi

All'evento sono presenti anche numerosi albergatori di Fiuggi, che sono i veri sponsor dell’iniziativa insieme alla Provincia di Frosinone, al Comune di Fiuggi, a Sana Terra, Pro Agri, TTG, Terme di Fiuggi, Camera Commercio di Frosinone, Camera Commercio di Roma, Coldiretti Lazio.  La manifestazione è ideata e sviluppata da un partenariato privato presieduto da Marina Bresciani, già operatore turistico, esperto di marketing territoriale e di progettazione europea. Il partenariato è composto da: Sanaterra, società Cooperativa; TTG (Travel Trade Gazette), Adarte, agenzia di comunicazione e Wedding and Travel, associazione di wedding planner e agenti di viaggio.
"InCountry è un’idea che corrisponde alla necessità di un'epoca”, afferma Marina Bresciani, "il turismo si è evoluto verso nuovi segmenti di mercato che vedono un sempre crescente numero di turisti alla ricerca di soggiorni, luoghi e spazi in grado di offrire benessere, qualità del vivere e sana alimentazione. Nasce così InCountry, un evento che raccoglie le eccellenze Travel e Food in cui il viaggio diventa un’esperienza per conoscere nuovi servizi turistici e del benessere e dove la domanda internazionale incontra l’offerta del territorio. La Regione Lazio e l’Italia hanno bisogno, oggi, di riposizionare la propria offerta in ambito europeo. La competenza e la serietà del progetto che oggi presentiamo ci inducono a credere che InCountry sarà il primo atto di questa inderogabile politica di riposizionamento".

Fra i protagonisti anche gli albergatori di Fiuggi