Corte Scanarola, La Qualità Della Carne Toscana

di Donato Sinigaglia
Feb. 5, 2012

Corte Scanarola, la qualità della carne toscana

In terra ferrarese

Definirlo solo agriturismo può sembrare riduttivo. Classificata come tale, Corte Scanarola a Ro Ferrarese, subito al di là del Po, è certamente uno di quei locali con la "A" maiscuola.L'aggettivo "ottimo" (cucina, servizio, ambiente e prezzi) ricorre in tutte le recensioni lasciate da quanti hanno gustato la cucina di Giulitta Meneghini, origini veronesi, ma da anni residente a Ro Ferrarese con il marito Leonardo Stefanoni, nativo di Bergantino. Quello che oggi è considerato come un tempio della ristorazione emiliana, romagnola e mantovana una volta era un vecchio e trascurato magazzino per la lavorazione della canapa che veniva "scanata", ovvero sfilata: da qui il nome "Scanarola". Dieci anni fa Leonardo Stefanoni ha deciso che oltre a fare l'agricoltore era giunto il tempo di realizzare un suo desiderio: quello di preparare specialità ferraresi e toscane.  "L'idea - dice - mi è venuta dopo avere trascorso diversi mesi in Maremma, lavorando assieme ai Butteri. Ho appreso da loro la passione per la semplicità della carne trattata alla toscana, ovvero genuina, dove c'è solo la qualità".

Non senza fatica, ma con grande entusiasmo e passione, aiutato dalla moglie, Leonardo Stefanoni si è messo ristrutturare il vecchio magazzino ricavandone, dopo alcuni anni di lavoro, dove non sono mancate anche le delusioni, un ambiente tipico, caldo, accogliente. Sopra la grande sala da pranzo, capace di ospitare comodamente oltre cento persone, ci sono dieci stanze matrimoniali, ognuna con un proprio stile, arredate con gusto: letti in ferro battuto e mobili d'epoca. Località ideale e strategica per quanti decidono di trascorrere un week end immersi in un ambiente unico e speciale qual è quello della campagna ferrarese e scoprire le golene, le anse e le bellezze nascoste del Grande fiume cantato da Riccardo Bacchelli nel romanzo "Il mulino del Po". Qui viene spesso la squadra di calcio della Spal, in particolare quando si deve festeggiare qualche vittoria.
D'estate è in funzione la grande piscina con annesso gazebo: cornice perfetta per i matrimoni o le cene aziendali.
La leggerezza e la squisitezza dei cibi si sposano con l'armoniosità dell'ambiente.
I piatti serviti sono quelli della più classica tradizione: dagli antipasti di salumi caserecci ,accompagnati dai "pinzin" alla pasta tirata a mano da Giulitta: la chef prepara in questa stagione i cappellacci di zucca o al tartufo; mentre in primavera il ripieno e costituito dalle verdure di stagione. Delicate le tagliatelle che sono servite con un ottimo sugo di cinghiale o di selvaggina e funghi.
Ma è la carne il piatto forte di Corte Scanarola: la fiorentina di Chianina o il filetto di Angus o la costata di manzo argentino sono le specialità alle quali non si può rinunciare. Quando in tavola arriva il grande tagliere in pietra ollare che serve a ultimare la cottura e a mantenere calda la carne o la grigliata con costine del maiale di Cinta Senese è una festa.
"Tutti gli animali - specifica Leonardo Stefanoni - sono certificati. Ciò a garanzia di chi si siede ai nostri tavoli. La qualità dei prodotti selezionati è da sempre la nostra bandiera".
Ricercati i dessert che tuttavia restano nell'ambito dell'offerta di un agriturismo: da assaggiare la "brisolona" mantovana, le crostate ed il tiramisù.
Buona la carta dei vini dove dominano i rossi, in particolare quelli Toscani di zone vocate come il Morellino di Scansano, il Nobile di Montepulciano, il Brunello di Montalcino, il Chianti classico, ma si può scegliere anche tra gli Amaroni della Valpolicella.
I prezzi sono allineati alla media.
Il locale è aperto nei fine settimana. Una raccomandazione: le prenotazioni vanno fatte con largo anticipo.
Info:328/9536478